News

GIRO D’ITALIA NERVESA: “IL CICLISMO ABBRACCIA LA STORIA”

GIRO D’ITALIA NERVESA: “IL CICLISMO ABBRACCIA LA STORIA”

La Tappa del Centenario nei luoghi della Memoria. Domani il Giro d’Italia giungerà a Nervesa della Battaglia, sede di arrivo della 13° Tappa.

2018: DUE GRANDI EVENTI
Il 2018 sarà un anno indimenticabile per Nervesa della Battaglia. Due grandi eventi porteranno la Comunità al centro di uno scenario particolarmente suggestivo dal punto di vista storico, culturale e sportivo: l’arrivo di domani della 13a Tappa del Giro d’Italia e il Centenario della Grande Guerra (100° anniversario della Battaglia del Solstizio, 15-23 giugno).

LA TAPPA
La 13a Tappa del Giro d’Italia, Ferrara – Nervesa della Battaglia di Km 180, sarà il terreno ideale per le ruote veloci del gruppo. La frazione è quasi completamente pianeggiante e attraverserà la Pianura Padana orientale in direzione Sud-Nord. A 30 Km dall’arrivo i corridori affronteranno un primo passaggio sotto il traguardo per affrontare il Montello da un versante soft, con un ultimo scollinamento a 20 Km dall’arrivo. Gli ultimi chilometri, tutti pianeggianti, presentano pochissime curve: l’ultima degna di nota a 5 Km dal traguardo. La corsa partirà da Ferrara alle ore 12:55, per giungere a Nervesa della Battaglia attorno alle ore 17:00.

IL PERCORSO NEL TERRITORIO COMUNALE (ultimi 30 Km)
Il percorso interessato dalla Tappa, nel territorio comunale, seguirà un filo culturale legato alle radici storiche di Nervesa della Battaglia. Partendo dalla frazione di Bidasio, in cui è visibile la Stele dell’ex Cimitero Militare di Bidasio, si arriverà alla Barca da ponte, all’incrocio con Via Brigata Piacenza, e, poco più avanti, alla Croce, conosciuta per essere citata nella famosa canzone militare “La Tradotta”; i ciclisti attraverseranno l’arrivo e si avvieranno lungo la strada Panoramica che li condurrà a Santa Croce del Montello, città dei Ragazzi del ’99, dove spiccano il Monumento dedicato ad E.A. Mario, il Monumento ai Ragazzi del ’99 ed il Monumento Ara Pacis. Gli atleti proseguiranno verso la Presa VIII e, passando per SS. Angeli, scenderanno lungo la Dorsale lasciandosi sulla destra il Sacello dedicato al Mag. Pil. Francesco Baracca e sulla sinistra il Sacrario Militare del Montello. Sarà la volta poi del sito monumentale dell’Abazia di Sant’Eustachio, che sarà possibile ammirare di nuovo in tutto il suo splendore dopo l’importante opera di restauro conservativo. I corridori attraverseranno Sovilla e raggiungeranno Bavaria, dove potranno essere ammirati il Monumento a San Mauro ed il Cippo Mario Fiore. Dopo qualche chilometro in direzione Giavera del Montello e Arcade, la corsa ritornerà a Nervesa della Battaglia dove terminerà con l’arrivo in Via Roma, di fronte a Piazza La Piave e al Palazzo Municipale Volpato Panigai.

Qui di seguito il video della ricognizione degli ultimi 30 Km del percorso di gara girato qualche settimana fa grazie alla collaborazione di 4 ciclisti professionisti: Franco Pellizzotti della Bahrain-Merida e gli atleti della Wilier Triestina-Selle Italia Matteo Busato, Marco Coledan e Alex Turrin.
www.youtube.com/watch?v=DBrMFnMV4AQ